Giocare col cucciolo – seconda parte

GIOCARE COL CUCCIOLO – P2

Ci sono tanti tipi di giochi, dividiamoli in categorie:
Gioco sociale: con un partner della stessa o di un’altra specie.
Gioco solitario o individuale: senza un partner di gioco.
Gioco di movimento: inseguire, scappare, correre, fare la lotta, etc.
Gioco strumentale: con oggetti inanimati.

GIOCO SOCIALE:

E’ importante far conoscere al cane molti giocattoli differenti: in questo modo non solo lo terremo impegnato, ma gli permetteremo anche di sviluppare maggiormente le sue capacità cognitive, egli deve sperimentare, annusare, mordere e interagire con essi, questo lo aiuterà a diventare un soggetto più abile ed intelligente.

Tuttavia questi momenti di gioco devono coincidere con il momento in cui il cucciolo stringe maggiormente il rapporto con il suo proprietario: quindi il padrone deve assolutamente far parte del gioco…infatti sarebbe inutile lasciare al cane decine di palline, giochini di gomma, manicotti e affini… senza il “compagno di giochi” gli stessi perderebbero di interesse.
Il gioco insieme al proprietario deve essere una routine quotidiana! E’ un momento di relazione fondamentale, da gestire con attenzione.
E’ il padrone che decide quando si comincia a quando si smette: ad esempio se il vostro cane vi porta la pallina per invitarvi al gioco, ignoratelo, lasciate passare qualche minuto e poi prendete in mano la pallina (o altro giochino), chiamate il cane e cominciate a giocare.
E’ importantissimo smettere sempre quando il cane è al massimo della gioia e dell’eccitazione, senza aspettare che si stanchi o addirittura si stufi di giocare, altrimenti la prossima volta che prenderete quel gioco il cane non avrà voglia di giocarci.

Nel prossimo articolo parleremo del gioco strumentale.

<- Torna agli Articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code