L’Agility

AGILITY

agility 1L’Agility dog è uno sport cinofilo che consiste in un percorso ad ostacoli, nel quale il cane deve affrontarli nell’ordine previsto, possibilmente senza ricevere penalità e nel minor tempo possibile.

In questa disciplina il conduttore deve seguire il cane comunicando con esso, dandogli dei comandi e accompagnandolo per tutto il percorso.

E’ un’attività che implica una buona armonia tra il cane e il suo conduttore e porta a una intesa e una collaborazione perfetta tra i due: è dunque necessario che i partecipanti posseggano gli elementi di base d’educazione e obbedienza.

E’ adatta a tutti i cani, cuccioli, giovani e adulti sia atletici che meno sportivi.agility 2

I nostri Istruttori esperti ti aiuteranno ad avvicinarti a questo sport cinofilo senza metodi coercitivi e nel rispetto del tuo cane.

 

Per info su date e prezzi contattare Giovanni via email all’indirizzo agility@scodinzolami.it

 

La Rally-Obedience

RALLY-OBEDIENCE

Disciplina che nasce negli Stati Uniti nel 2000 per merito di Charles “Bud” Kramer, già giudice di Obedience.

La rally-obedience è una disciplina sportiva adatta a tutti i cani e a tutti i conduttori, dove è previsto che il binomio cane-uomo compia un percorso lungo il quale devono essere eseguiti esercizi indicati da cartelli disposti lungo il tragitto. Lo spostamento tra una stazione e la successiva deve, ove non diversamente indicato, essere eseguita “in condotta” ed a passo normale.

Le nostre regole di gara e i criteri di giudizio incoraggiano i rinforzi positivi durante un percorso di Rally-O, e vietano l’uso di correzioni fisiche o verbali. La collaborazione sul percorso di Rally-O è più importante della precisione nel compiere i vari esercizi.

Il nostro obiettivo, sia per il cane sia per il suo conduttore, è che il tempo passato insieme sia piacevole.

Le Puppy Class

 

PUPPY CLASS

Iniziamo con il piede giusto educando il cucciolo fin dal primo giorno di adozione, studiata per cuccioli tra i 2 e i 6 mesi di età, la Puppy class ha un doppio scopo: da una parte si prefigge di aiutare i proprietari a capire e conosce il proprio cucciolo; dall’altra si insegna ad esso a relazionarsi in modo corretto con l’ambiente che lo circonda (sia con altri cani, sia con le persone, sia con gli oggetti circostanti).

Nel dettaglio la Puppy class tratterà i seguenti argomenti:

  • Comandi base
  • Gestione in libertà e il richiamo
  • L’uso della pettorina e del guinzaglio
  • I bisogni del cane: capirli e trovare il modo migliore per soddisfarli
  • Il gioco
  • E molto altro ancora!!!

Tutto ciò è mirato a instaurare una corretta relazione cane-proprietario, e a costruire le basi per poter crescere sano e equilibrato.

Necessario durante le lezioni:

  • Copertina
  • Pettorina ad H o collare fisso
  • Guinzaglio lungo almeno 2 mt (no estensibile)
  • Sacchetto di premi graditi dal cane e ossicini

Le lezioni non sono recuperabili (sarà possibile cambiare la data solo se tutto il gruppo di partecipanti trova accordo).

I cuccioli devono essere regolarmente vaccinati.

Il corso Avanzato

IL CORSO AVANZATO

Il corso avanzato non riguarda più i concetti base di gestione del cane ma si passa a esercizi più complessi ai giochi e alle attività che si possono fare con il nostro amico, oltre alla classica pallina!

Il corso sarà strutturato di volta in volta in base alle esigenze / possibilità del cane e del proprietario.

Ci sarà davvero da sbizzarrirsi per scoprire quante cose si possono fare con il nostro amico, e a quante invece ci limitiamo!

Alcuni esempi?

  • Obedience
  • Giochi di naso
  • Attivazione mentale
  • Attività sportive
  • Tricks

 

Il corso Base

il corso baseIL CORSO BASE

Si tratta di un corso pensato per aiutare la gestione quotidiana del cane, insegnando al binomio (cane-proprietario) a convivere serenamente.

Verranno trattati argomenti come la relazione con il cane e l’importanza del dialogo con lui, verranno insegnati i comandi base (seduto, terra, resta…) e comandi fondamentali (richiamo..).

Tutto sarà contornato da consigli utili per la gestione del cane nella quotidianità…

Durante il corso verranno tratti argomenti di educazione base:

  • Calma e autocontrollo: si tratta di semplici esercizi dove insegniamo al cane a gestire la calma e la frustrazione di alcune situazioni a lui “scomode”.
  • L’attenzione: impariamo a richiedere l’attenzione del cane con esercizi semplici e divertenti
  • Seduto: il comando base
  • Terra: da seduto a terra e viceversa… un divertente esercizio da fare giocando
  • Guinzaglio: la condotta e la gestione in passeggiata
  • Il richiamo – impariamo a richiamare il cane nel modo corretto in modo da rinforzare la nostra relazione con lui
  • Mobility cittadina: interagiamo con lui attraverso oggetti che troviamo in passeggiata oppure a casa nostra
  • Gioco: il miglior modo per il cane di imparare

Durante ogni lezione ci sarà una parte di lavoro e una di gioco, per rendere più piacevole la lezione a voi e al vostro cane.

La passeggiata parte dai vestiti

La passeggiata parte dai vestitila passeggiata

Noi bipedi quando ci prepariamo a uscire per una passeggiata cerchiamo di vestirci comodi.. le scarpe giuste, la giacca giusta, i pantaloni giusti..

Anche i nostri amici animali hanno bisogno dei “vestiti” giusti per passaggiare con noi: nel loro caso sono principalmentecollare/pettorina e guinzaglio.
Allora analizziamo insieme questi abiti.
Guinzaglio: per legge deve essere al massimo di 1,5 metri. Deve permettere al cane di poter muoversi liberamente, ma deve anche permetterci di trattenere il cane in modo gentile ma fermo.
Il guinzaglio deve anche evitare di creare tensione; serve quindi che non sia sempre tirato, ma che possa anche rimanere molle. Tenete presente che, quando due cani si incontrano, il guinzaglio teso può creare più tensione tra i cani e aumenta la probabilità di scontro tra loro.

Collare: abbiamo diversi collari in commercio attualmente, ma non tutti sono adeguati pur non essendo fuori legge. Ilcollare a strozzo e il semistrozzo ne sono 2 esempi. Questi collari danno l’impressione di controllare il cane: l’idea è che se il cane tira o fa qualcosa che non ci piace basta tirare il guinzaglio e il collare si stringe, soffocando il cane.
Il semi strozzo da l’impressione di essere più gentili rispetto a chi usa lo strozzo: infatti il cane non viene completamente soffocato, ma il collare ha un blocco di sicurezza.

C’è anche un tipo di collare definito “normale” che viene utilizzato più spesso. Questo collare non strozza il cane, ma in caso di cani che tirano molto può comunque causare problemi al collo dell’animale.

 

<- Torna agli articoli

Giocare col cucciolo – seconda parte

GIOCARE COL CUCCIOLO – P2

Ci sono tanti tipi di giochi, dividiamoli in categorie:
Gioco sociale: con un partner della stessa o di un’altra specie.
Gioco solitario o individuale: senza un partner di gioco.
Gioco di movimento: inseguire, scappare, correre, fare la lotta, etc.
Gioco strumentale: con oggetti inanimati.

GIOCO SOCIALE:

E’ importante far conoscere al cane molti giocattoli differenti: in questo modo non solo lo terremo impegnato, ma gli permetteremo anche di sviluppare maggiormente le sue capacità cognitive, egli deve sperimentare, annusare, mordere e interagire con essi, questo lo aiuterà a diventare un soggetto più abile ed intelligente.

Tuttavia questi momenti di gioco devono coincidere con il momento in cui il cucciolo stringe maggiormente il rapporto con il suo proprietario: quindi il padrone deve assolutamente far parte del gioco…infatti sarebbe inutile lasciare al cane decine di palline, giochini di gomma, manicotti e affini… senza il “compagno di giochi” gli stessi perderebbero di interesse.
Il gioco insieme al proprietario deve essere una routine quotidiana! E’ un momento di relazione fondamentale, da gestire con attenzione.
E’ il padrone che decide quando si comincia a quando si smette: ad esempio se il vostro cane vi porta la pallina per invitarvi al gioco, ignoratelo, lasciate passare qualche minuto e poi prendete in mano la pallina (o altro giochino), chiamate il cane e cominciate a giocare.
E’ importantissimo smettere sempre quando il cane è al massimo della gioia e dell’eccitazione, senza aspettare che si stanchi o addirittura si stufi di giocare, altrimenti la prossima volta che prenderete quel gioco il cane non avrà voglia di giocarci.

Nel prossimo articolo parleremo del gioco strumentale.

<- Torna agli Articoli

Giocare con un cucciolo

GIOCARE CON UN CUCCIOLO

Quanto è importate giocare con il proprio cane?

Analizzeremo l’importanza del gioco e i vari divertimenti che possiamo fare con il nostro amico a 4 zampe!!

Iniziamo con una breve introduzione sull’importanza del gioco nel cane e sulle regole basi da evitare mentre si gioca:

Il gioco riveste un’importanza fondamentale per la vita del cane, soprattutto nel cucciolo è una notevole palestra di vita che lo forma anche sotto il profilo comportamentale.

giocare-con-un-cuccioloI cani tra di loro giocano per mettere in pratica tutte le dinamiche di comunicazione sociale: la sottomissione, l’aggressività, l’imposizione ecc. e per stabilire delle relazioni sociali stabili e durature.

Ma quanto i cuccioli esagerano, i cani adulti li bloccano, insegando così al cucciolo l’autocontrollo se iperattivo e il controllo del morso se esagera. E’ quindi importante non spaventarsi se vediamo un cane adulto che interviene sul nostro cucciolo, non vuole fargli del male, gli sta solo insegnando a stare al mondo.

Il gioco quindi ha diverse funzioni: serve per formare il comportamento da adulto, aumentare la destrezza fisica e mentale, migliorare la coordinazione, fornire un’opportunità per l’esplorazione e per imparare a risolvere problemi di crescente complessità, favorisce le funzioni di apprendimento, divertimento, coesione sociale, adattamento, incentivazione e motivazione oltre a consentire la definizione di ruoli e status sociali, ed è infine una fondamentale valvola di sfogo.

Ci sono però delle regole da seguire:

  • Non usate oggetti di casa come scarpe, cinte o giornali per far giocare il vostro cane. Un cane non può capire la differenza tra un paio di scarpe vecchie di 10 anni e l’ultimo acquisto del giorno prima.

  • Limitate il numero dei giochi che date al cane, non ha bisogno di 10 giochi differenti per essere stimolato, 2-3 sono sufficienti.

  • Non insegnate al vostro cane il gioco “scappa che ti prendo” o altri giochi simili o potreste avere problemi a richiamarlo durante le vostre passeggiate, il cane potrebbe voler continuare a giocare e invitarvi a rincorrerlo senza fine.

  • Non permettete a nessuno, specialmente a bambini, di giocare con il vostro cane se non siete sicuri che abbia imparato a non mordere e a non saltare addosso alle persone.

  • Evitate qualsiasi azione che possa essere presa dal vostro cane come una sfida. Cercate di non stimolarlo troppo, specialmente se è un cucciolo, con giochi come “tira e molla”. Questo tipo di giochi aumentano la dominanza e gli atteggiamenti aggressivi se mal giocati.

Nel prossimo articolo parleremo del gioco sociale.

 

<- Torna agli Articoli